0,000
La storia è sempre quella, anche nel Regno Unito. Un comunicato di FedEmo

La storia è sempre quella, anche nel Regno Unito. Un comunicato di FedEmo

La storia è sempre quella, anche nel Regno Unito

«Una calamità che si sarebbe dovuta e potuta evitare».

Nel Regno Unito, un’inchiesta pubblica indipendente durata sette anni, con un documento finale di 2500 pagine, ha stabilito che “non si è trattato di un incidente”, ma che vari governi hanno “nascosto la verità” fornendo informazioni errate e che “pur sapendo del problema, hanno rifiutato di ammettere le proprie responsabilità” giungendo persino a distruggere documenti chiave.

È l’indicazione di una condanna totale e assoluta per governi e direttori medici di varie istituzioni, che certifica l’utilizzo di sangue infetto verificatosi dagli anni ‘70 ai primi anni ‘90 come lo scandalo più grave nella storia della sanità britannica, con oltre 30.000 persone contagiate e più di 3.000 decessi, tra cui molti bambini, con grandi sofferenze per migliaia di famiglie.

FedEmo, nell’esprimere solidarietà alle vittime e alle loro famiglie, esplorerà la possibilità di richiedere l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta che possa rendere giustizia e accertare definitivamente le responsabilità anche nel nostro Paese.

In Italia, infatti, molti ricorsi personali hanno portato a ottenere risarcimenti, seppur in larga parte non adeguati al danno provocato, mentre purtroppo il processo penale  celebratosi a Napoli non ha identificato responsabili, mandando assolti tutti gli imputati con la motivazione che il “fatto non sussiste”.