0,000

La storia di Elia

Elia è un ragazzo di 23 anni, emofilico A grave, che vive in provincia di Arezzo.
Nel 2019 Elia, a causa di un incidente, ha riportato una lesione midollare traumatica e la paralisi degli arti inferiori.
Da quel momento Elia ha intrapreso un lungo percorso di riabilitazione e di adattamento a questa sopravvenuta “realtà” che non gli consente più di camminare.
La ferrea volontà di non abbattersi di fronte alla difficoltà della situazione e il desiderio di esplorare ogni opportunità in grado di migliorare la sua attuale condizione lo hanno portato a valutare il possibile utilizzo di protesi bioniche sperimentali, che sfruttando le residue funzionalità ancora presenti assicurino il recupero parziale delle mobilità e autonomia perdute.
Questo percorso, durato molti mesi e che è già costato ad Elia importanti sacrifici economici, ha consentito la messa a punto di avanzate protesi bioniche, personalizzate sulla sua specifica condizione, che potrebbero rappresentare per Elia una reale possibilità di tornare a camminare.
Purtroppo, il costo di queste protesi ad alta tecnologia è molto elevato – 140.000 euro – una spesa che Elia e la sua famiglia non sono in grado di sostenere. Da qui la volontà di intraprendere una raccolta fondi a suo favore per permettere l’acquisto degli ausili a lui necessari.

Come sostenere Elia

È possibile partecipare alla raccolta fondi a supporto di Elia effettuando un bonifico bancario sul conto corrente aperto da FedEmo e appositamente dedicato alla raccolta a suo favore. Di seguito tutti i dettagli necessari:

c/c 310101278 intestato a Federazione Associazioni Emofilici
IBAN: IT62W0848730751000310101278
Causale: Insieme per Elia!

In alternativa, è anche possibile effettuare una donazione con versamento tramite carta di credito o Paypal.

Per restare aggiornati su questa raccolta fondi o per ricevere il rendiconto per la detrazione fiscale, contattaci scrivendo a segreteria.organizzativa@fedemo.it, e indicando, oltre al tuo indirizzo, il Codice Fiscale o la partita IVA

A che punto siamo

Donazioni 52%