0,000

Allarme crisi economica


Warning: Trying to access array offset on value of type bool in /home/customer/www/fedemo.it/public_html/wp-content/themes/welfare/framework/function/template-functions.php on line 592
Il rischio per i malati di emofilia: in pericolo la qualità delle cure dei pazienti.
La crisi finanziaria che coinvolge l’Europa rischia di mettere in pericolo la qualità delle cure dei pazienti, soprattutto di quelli affetti da malattie rare, come l’emofilia.

La situazione economica infatti potrebbe spingere le nostre Amministrazioni Regionali, soprattutto quelle con piani di rientro, a  scegliere i farmaci basandosi esclusivamente sul criterio economico. Questo approccio, tra l’altro, non tiene conto dei problemi di farmacovigilanza, dell’adesione alla terapia dei pazienti e dei potenziali rischi connessi.

Un esempio ci arriva dal Regno Unito, dove circa la metà dei pazienti emofilici si è trovata nella condizione di dover cambiare terapia a seguito di una gara nazionale per l’acquisto del fattore ottavo ricombinante basata principalmente sul criterio del prezzo più basso.

In questi giorni a Roma, nell’ambito del Congresso annuale dell’European Association for Haemophilia and Allied Disorders (EAHAD), sono stati presentati i risultati  di uno studio effettuato sui pazienti emofilici inglesi al fine di valutare l’impatto della loro “conversione” forzata al trattamento con il medicinale più “economico”.

Lo studio non sembrerebbe evidenziare un aumento del numero di complicanze, tuttavia, lo stesso ricercatore ha sottolineato  l’evidenza non definitiva dei risultati, su cui influiscono molte variabili, tra cui il limite statistico intrinseco legato all’esiguità del campione.

Crediamo, come Federazione delle Associazioni dei pazienti emofilici (FedEmo), che sia auspicabile un coinvolgimento attivo e preliminare dei pazienti e delle associazioni in tutte le scelte che li coinvolgono, soprattutto quando tali scelte possono avere dirette conseguenze sulla loro salute. È divenuta urgente e necessaria l’adozione di nuovi criteri di negoziazione dei prezzi di vendita dei farmaci tra aziende e Regioni che tengano in considerazione il loro valore complessivo al fine di garantire a tutti i pazienti l’accesso alle terapie e la loro continuità, contenendo al tempo stesso la spesa sanitaria per i farmaci.

 

Direttivo Fedemo

Federazione associazioni emofilici

Per saperne di più leggi anche la  rassegna stampa

Leave a Reply