Lazio

La Regione Lazio con il Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta n. U0057 del 12 luglio 2010 ha istituito la Rete Assistenziale delle Malattie Emorragiche Congenite.
L’emanazione di questo atto di programmazione recepisce, seppur in parte, le richieste e le proposte tecniche avanzate dalle Associazioni dei pazienti (A.E.L e FedEmo) nell’ambito del tavolo tecnico istituito con Determinazione Dirigenziale del 17 dicembre 2009.
Per fornire una risposta efficace ai bisogni dei pazienti emofilici e delle loro famiglie è tuttavia indispensabile rendere effettiva la riorganizzazione dell’assistenza. Per questa ragione, considerato il contesto sanitario regionale, caratterizzato da vincoli dovuti al Piano di rientro, l’AEL ha chiesto il supporto della FedEmo per lo sviluppo di un progetto di ricerca clinica e assistenziale su base regionale in grado di favorire il reclutamento e la motivazione di giovani professionisti dotati di alta professionalità e specializzazione nel campo delle Malattie Emorragiche Congenite. Nell’ambito del progetto, saranno promossi in prima istanza bandi destinati a personale medico.
Dall’ inizio del 2013 il progetto Lazio è stato ampliato con un’ulteriore borsa di studio annuale.
Il Progetto Lazio, progetto di FedEmo in collaborazione con l’Associazione Emofilici Lazio, è stato rinnovato per altri 2 anni.